Esperimento: Ravioli al vapore!

Si, avete letto bene: Ravioli al Vapore.
Mi rendo conto che in inverno sarebbe forse più sensato scegliere delle paste fresche corpose e sostanziose, come i pizzoccheri o i ravioli di zucca, ma volevo provare qualcosa di diverso e mi ritengo piuttosto soddisfatta del risultato.
La cottura al vapore è da sempre una delle mie preferite. Mi piace soprattutto per piatti semplici e di verdura. Non ho una vaporiera elettrica nè accessori particolari, solo un cestello in metallo che può essere inserito all'interno di pentole di diversa forma e che si può trovare nei supermercati e nei negozi di casalinghi per meno di 10 euro.
Ma torniamo alla ricetta...

Pasta per 20 Ravioli (2 porzioni)
  • 125gr di Farina
  • 75ml di Acqua molto calda
  • Sale
In una ciotola, sistemate la farina a fontana, aggiungete il sale e versate lentamente l'acqua calda.
Mescolate l'impasto con un cucchiaio di legno finche non sarà un pochino più solido e compatto. A questo punto trasferitelo su un tagliere e impastate per qualche minuto fino ad ottenere una pasta elastica e liscia.
Formate una biscia di pasta e tagliatela in pezzi più piccoli e più facili da stendere.
Stendete bene la pasta per renderla il più sottile possibile e poi tagliate dei cerchi usando un coppapasta da 8cm di diametro oppure un bicchiere.


Per il ripieno ho usato un pochino di sugo con Panna, Gamberi e Zucchine che mi avanzava da un piatto preparato in precedenza, ma potete usare il ripieno che più preferite, anche una semplice dadolata di verdure con un cucchiaino di panna o di salsa di pomodoro, l'importante è che non sia troppo liquido.
  
Sistemate un cucchiaio di ripieno al centro dei cerchi di pasta, sollevate due lembi e uniteli al centro premendo la pasta e formando una piccola piega. Formate altre due o tre piccole pieghe sul lato destro e sul lato sinistro finchè il raviolo non sarà sigillato per bene.
E' davvero più facile farlo che spiegarlo.
Una volta preparati tutti i ravioli, cuoceteli per dieci minuti a vapore.

Note e suggerimenti:
  • Usare un cestello per la cottura a vapore è molto semplice, basta inserire il cestello in una pentola che sia provvista di coperchio, aggiungere 2 dita d'acqua sul fondo della pentola e cuocere a fiamma medio-bass), stando attenti a non far evaporare tutta l'acqua.
  • Per lasciare un pochino di spazio tra un raviolo e l'altro, ho scelto di cuocere i ravioli in due tempi, 10 alla volta. Se avete una pentola un pochino più capiente oppure un sistema di cottura a vapore che prevede più livelli, potete provare a cuocere tutto insieme.
  • Ho servito i ravioli come piatto unico accompagnati da altre verdurine al vapore e da una ciotolina di salsa di soia dolce in cui intingere i fagottini.
Spero che questa ricetta possa piacervi.

E voi, avete preparato o assaggiato qualche ricetta interessante o inaspettata?
Cosa ne pensate della cucina di ispirazione asiatica?

Per oggi è tutto, ci risentiamo al prossimo esperimento. 
A presto...

9 commenti:

  1. wow, mi sa che questa te la copio di filato! fra l'altro anch'io apprezzo molto la cucina a vapore, trovo che le verdure al vapore restino più profumate e saporite che quelle lessate. come te, non ho la pentola tradizionale, ma uso il tuo stesso sistema. la cucina asiatica poi mi piace molto!

    RispondiElimina
  2. i tuoi esperimenti mi ispirano sempre moltissimo :P

    RispondiElimina
  3. Ciao Guchi,
    Mi fa piacere che la ricetta ti piaccia. Te la consiglio vivamente anche perchè è davvero molto semplice.
    Sto pensando anche di fare qualche esperimento con la farina di riso per ottenere delle tagliatelle particolari... vedremo cosa salterà fuori.
    Hai perfettamente ragione, la cottura al vapore lascia le verdure più saporite, specialmente se le cuoci al dente (come piace a me!). In questo periodo preparo i fagiolini al vapore quasi tutte le sere, ovviamente conditi con un buon olio extravergine.


    Ciao Isabel,
    Felice che i miei esperimenti ti ispirino. Ne ho altri in programma per il weekend. :)

    RispondiElimina
  4. concordo, la cottura la vapore lascia più nutrienti alle verdure, quindi più sapore.
    ci prendi sempre per la gola Green...

    RispondiElimina
  5. Ciao Daffo,
    Quando posso, mi piace optare per ricette sane ed equilibrate.
    Se poi sono anche gustose, tanto meglio! :D

    RispondiElimina
  6. Sembrano davvero molto buoni, con quel ripieno, poi, farebbero la gioia delle mie stelline, che a tavola, per fortuna, non mi hanno mai dato il minimo problema, con le verdure :)

    RispondiElimina
  7. Ciao Mumonboard,
    Sei fortunata che a loro piacciano le verdure... ricordo che, da piccolo, mio fratello faceva sempre un sacco di storie per mangiarle... :)

    RispondiElimina
  8. Io adooro la cucina asiatica! Giapponese, cinese, tailandese..gnam!
    Questa idea dei ravioli al vapore fatti in casa non mi era mai balenata in testa...grande...te la rubo, si si si! ;-)

    RispondiElimina
  9. Ciao Strawberry,
    Fammi sapere come vengono. ;P

    RispondiElimina

Grazie per essere passato dal mio blog.
Lascia un commento e sarò felice di risponderti.

Post più popolari