Confesso, ho abbandonato i libri di carta...


Come avrete capito dal titolo, mi sono lasciata tentare dal lato oscuro della forza...
Volevo confessarvelo già qualche mese fa, ma ho preferito aspettare per avere qualcosa in più da dire, qualcosa di pratico e di sensato. Inoltre non volevo rischiare di scrivere una recensione sulla scia dell'entusiasmo da giocatto nuovo. Ma cominciamo dall'inizio...

In occasione del mio compleanno, a metà gennaio, ho deciso che non potevo aspettare un momento di più e che dovevo prendermi un Kindle. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un lettore a inchiostro elettronico che permette di leggere ebook comprati e scaricati da Amazon. Io lo conoscevo già, me ne aveva parlato piuttosto bene un'amica americana.
Dopo il picco d'adrenalina iniziale, il mio lato razionale (e un pochino codardo) ha fatto un passo indietro ed ho passato una buona mezza giornata a leggere commenti, recensioni, istruzioni e chi più ne ha più ne metta per decidere se era o non era il caso di procedere con l'acquisto. Tre giorni dopo avevo già scaricato una trentina di libri (in maggioranza gratuiti) e stavo scegliendo un nome da dare al mio kindle.

Voi cosa ne pensate? Passereste all'ebook?
Sotto potete trovare la mia personale recensione. Se avete domande, sarò felice di rispondervi.
A presto...


---------------------------------

Kindle Review

Su prodotti come questo si può dire tutto e il contrario di tutto perchè, siamo sinceri, alla fine la scelta si basa molto sulle preferenze personali e per alcuni di noi niente batte il profumo della carta di un libro appena comprato.
Ho cominciato con l'analizzare le mie abitudini e le mie esigenze per capire se questo prodotto potesse andar bene per me.
Io leggo dai 4 ai 10 libri al mese (95% in inglese, 5% in italiano) e potrei definire i miei gusti piuttosto commerciali (gialli, thriller, romanzi storici, romanzi rosa, gastro-letteratura o in generale qualsiasi libro con una copertina interessante che mi fa l'occhiolino dal banco delle novità). Leggo circa 2 ore al giorno (andando e tornando dal lavoro o prima di andare a dormire).


Costi

Dei libri che leggo, quelli in italiano vengono dalla libreria di mia madre (costo zero), mentre quelli in inglese vengono acquistati in varie librerie milanesi (ricarico medio del 5-10%), su internet (costi di spedizione aggiuntivi) o in aeroporto. Non c'è bisogno di essere un genio in matematica per capire che spendo parecchio per i miei libri e che quindi il fattore economico è stato decisamente rilevante.
Il Kindle ha un costo iniziale di 99,00 euro [link], che poi si trasforma in 150,00 se estendete la copertura assicurativa [link], comprate una custodia decente e magari anche l'accessorio per attaccarlo alla presa della corrente [link].
Ho sentito diverse discussioni in merito al fatto che il prezzo per gli Stati Uniti è più basso, ma mi è sembrato di capire che la versione più economica fra quelle vendute negli USA è con la pubblicità. Non chiedetemi di più, non ho ben capito questa storia, ad ogni modo 99 euro mi sembra un prezzo onesto per questo prodotto.

Per quanto riguarda il costo effettivo degli ebook, dipende. (i seguenti valori si basano sulla mia personale esperienza d'acquisto).
Un romanzo appena pubblicato può arrivare anche a 15,00 euro (che comunque è meno del prezzo di un libro a copertina rigida), libri un pochino più vecchi si aggirano tra i 6,00 e i 3,00 euro.
Per libri "economici", che non sono più sulla cresta dell'onda o autopubblicati dall'autore il prezzo si aggira tra i 3,00 e i 0,50 euro.
Ci sono poi diversi titoli disponibili gratuitamente o con prezzi simbolici, soprattutto i grandi classici della letteratura che non sono più coperti da copyright.

Giusto per darvi un riferimento, nei mesi di gennaio e febbraio ho speso circa 25 euro in ebook, circa la metà di quello che avevo speso in libreria nello stesso periodo nel 2011.


Varietà e disponibilità di titoli

Nei vari commenti che ho letto su Amazon, alcuni utenti si lamentavano del fatto che non erano in grado di trovare alcuni tra i libri che volevano leggere. Anche in questo caso dipende molto da quello che siete soliti leggere.
Prima di acquistare il Kindle ho fatto un esperimento che vi consiglio, ho cercato tra i libri disponibili su Amazon.it i miei 10 libri preferiti e gli ultimi 20 libri che avevo comprato (fare anche un confronto tra i prezzi non guasta).
Vi segnalo inoltre che, se comprate il Kindle su Amazon.it, potrete acquistare solo ebook da Amazon.it (non da Amazon.co.uk o da Amazon.fr, per esempio), quindi è lì che dovreste cercare i titoli che vi interessano.


Qualità dell'immagine e caratteristiche del prodotto

Una delle mie più grandi preoccupazioni prima dell'acquisto era la luminosità dello schermo. Leggere da uno schermo retro-illuminato (come quello del pc) alla lunga da fastidio alla vista.
Lo schermo del Kindle non è illuminato (serve la luce del sole o comuqnue una luce artificiale per leggere, come per un libro normale), è opaco (c'è davvero pochissimo riflesso) e cerca di emulare per quanto possibile l'effetto di un libro vero. E' in bianco e nero (o meglio, bianco e grigio scuro) e non è ideale per sfogliare libri con immagini.
Tra le impostazioni, è possibile scegliere fra alcuni tipi di carattere e diverse dimensioni per trovare il formato che risulta più leggibile.

Avendo l'abitudine di leggere sui mezzi, un altro fattore importante è stato il peso. Il Kindle pesa 170 grammi e misura 16,6x11,4cm (meno di un foglio A5). Infilato nella copertina che ho scelto [link] assomiglia molto a un'agenda ed è piuttosto comodo da portare in giro e da leggere.

Secondo il sito, se leggete un paio di ore al giorno, la batteria dovrebbe durare circa un mese. Confermo. Da quando l'ho comprato, l'ho messo in carica solo una volta e si è caricato completamente nel giro di un paio d'ore.

La connessione wi-fi integrata è per me una nota dolente. Confesso che non me ne intendo molto ma che, ad oggi, non sono ancora riuscita a connettermi tramite la rete wi-fi, sia per mancanza di copertura che probabilmente per incapacità personale. Il Kindle andrebbe registrato almeno una volta tramite la rete wi-fi e (per chi riesce a connettersi) è possibile visionare ed acquistare i titoli direttamente dal Kindle. A quanto pare è possibile anche navigare in alcune pagine internet anche se questo non è il suo scopo primario e presumo che non sia particolarmente comodo.
Sinceramente, io non sono ancora riuscita a connettermi e a registrarlo ma lo uso comunque senza troppi problemi.
Una volta acquistato un libro su Amazon (dal PC), collego il cavo USB e lo trasferisco sul Kindle. Piuttosto semplice ed efficace anche per chi non ha a disposizione una rete wi-fi.

Secondo il sito, il Kindle può contenere fino a 1400 titoli. Non lo posso confermare (visto che non ho ancora così tanti ebook), ma non fatico a crederci. Ogni titolo acquistato viene salvato in una pagina dedicata sul sito di Amazon (giusto per avere un back-up), inoltre io tengo una copia dei libri scaricati sul mio PC, quindi finisco per avere sul Kindle solo i miei libri preferiti e quelli che devo ancora leggere.

Altre funzioni interessanti sono: la possibilità di inserire segnalibri e commenti (anche se la tastiera sullo schermo non è delle più comode, quindi i miei pochi commenti sono decisamente telegrafici), la possibilità di sottolineare alcuni passaggi o controllare le definizioni di alcune parole sul dizionario. Inoltre, ogni volta che riaccendete il Kindle (dopo averlo spento o messo in pausa), vi riposta automaticamente all'ultima pagina che avete letto.


Accessori

Il Kindle arriva insieme a un cavetto USB che permette di collegarlo al PC per trasferire file o ricaricare la batteria. Come già accennato in precedenza, è possibile acquistare un accessorio per collegarlo direttamente alla presa ma secondo me è superfluo. Eventualmente potete sempre comprarlo in seguito se ne sentite l'esigenza.

Consiglio vivamente di acquistare una buona custodia se, come me, pensate di leggere sui mezzi o di portare il Kindle in giro con voi. Personalmente, mi sento molto più sicura con la custodia, anche se è una questione di preferenze.


Considerazioni Generali 

Questo post è tra i più lunghi che io abbia mai scritto eppure ci sarebbe ancora molto di cui parlare:
  • il fatto che (teoricamente) si può comprare solo da Amazon (il Kindle legge solo alcuni formati di file e, anche se è possibile convertire file personali tramite il sito, pare che non sia proprio semplicissimo). A chi fosse interessato a convertire file, consiglio un software che si chiama Calibre [link].
  • il passaggio da cartaceo a digitale (lo sapevate che l'anno scorso negli Stati Uniti sono stati venduti più ebook che libri?!);
  • la diffusione dei libri auto-pubblicati;
  • ed eventuali migliorie che sarebbero gradite (i comandi per le impostazioni potrebbero essere più comodi...).
Ma oggi mi fermo qui.

8 commenti:

  1. per quelle che sono le tue esigenze, suona ragionevole: risparmio garantito sull'acquisto dei titoli e praticità di trasporto. credo che sia proprio in base a questo genere di esigenze che si debba decidere se acquistarlo o no. io per esempio leggo quasi sempre in casa e mi reco spesso in biblioteca, quindi nel mio caso sarebbe un accessorio superfluo. non sono contraria in via di principio, è che al momento non mi servirebbe davvero, sarebbe uno sfizio che non potrebbe competere con i libri tradizionali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Guchi,
      Grazie per il commento. Sono perfettamente d'accordo con te... dipende proprio dalle proprie esigenze ed abitudini. :D

      Elimina
  2. Molto interessante questa recensione! Anch'io intorno a Natale sono stata tentata dall'acquisto, da lettrici compulsiva quale sono...però, però, però...c'è sempre quel però della magia della carta e del girovagare in libreria che mi trattiene. Vivo e lavoro sul web e la mia vita è costituita per il 90% da parole di pixel, almeno per adesso i libri voglio che rimangano quelli "veri".
    L'aspetto del risparmio che hai ben evidenziato comunque è interessante, e rende ancora più evidente i problemi attuali dell'editoria. Ormai aspetto mesi prima di comprare un libro "nuovo" perché spendere quei 20/25 euro mi sembra davvero un'assurdità.

    a prestissimo

    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra,
      Capisco cosa vuoi dire, anch'io amo girare in libreria. Non ho smesso di comprare libri di carta, anche se ora compro in cartaceo solo libri di design e di cucina. Quelle che invece sono le mie letture "da tutti i giorni" restano confinate alla versione digitale.

      Il risparmio è stato davvero una sorpresa. Quando ho acquistato il Kindle, pensavo che avrei ammortizzato il costo d'acquisto in un annetto... invece sto risparmiando davvero molto. Forse dipende anche dal fatto che prima mi lasciavo tentare anche dalla copertina e dal modo in cui un nuovo libro veniva esposto e promosso, mentre comprando online tendo a guardare di più le opinioni degli altri utenti e finisco per comprare libri che non sono freschi di stampa (e quindi eccessivamente cari).

      Mi ha fatto piacere sentirti. A presto. :)

      Elimina
  3. Me ne hanno parlato in molto anche alcune amiche...ma non è detto che cartaceo e tecnologia possano intercambiarsi.... per il momento ci sto ancora pensando e riempiendo la casa di libri cartacei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daffo,
      Come dicevo prima, abbiamo tutti esigenze diverse e non è detto che quello che funziona per uno vada bene per l'altro.
      Personalmente io mi trovo meglio col digitale che col cartaceo per tutti quei libri "da tutti i giorni", quelli che si leggono in treno andando a lavoro.

      Ci sono comunque diverse tipologie di libri che amo avere in cartaceo e che non potrei immaginare di avere in digitale, ad esempio i libri di cucina...

      L'importante è trovare un sistema che funzioni. :)

      Elimina
  4. Anch'io sono stata tentata ad acquistarlo perché leggo veramente tantissimo, ma poi ho provato a leggere alcuni libri sull' IPAD, che è molto simile, ma devo confessarti che preferisco avere tra le mani un bel libro di carta. Forse però se viaggi molto è più comodo avere più libri digitali a portata di mano!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna,
      Alla fine è una questione di preferenze personali... anche se posso dirti con sincerità che l'effetto di lettura è molto diverso rispetto a un iPAD. La tecnologia di base è molto differente. Prima di tutto lo schermo del kindle non è retro-illuminato (come quello di iPAD e PC) e l'impatto ricorda molto più un libro che uno schermo... Spero che queste informazioni possano aiutarti nella scelta. Personalmente mi trovo bene ma, come già detto, mi rendo conto che è proprio una questione personale e che non è uguale per tutti.

      Elimina

Grazie per essere passato dal mio blog.
Lascia un commento e sarò felice di risponderti.

Post più popolari