I Preferiti della Settimana


Eccomi di nuovo qui a parlarvi dei preferiti di questa settimana:

1. Fiori di Zucca
Se avete letto il mio ultimo post, saprete che questa settimana ho preso i primi fiori di zucca dell'anno e che mi sono cimentata in due ricette al forno diverse: fiori di zucca ripieni e frittata ai fiori di zucce e semi di senape [link].
Adoro i fiori di zucca e sicuramente cercherò di prenderli di nuovo per preparare un risotto o un altro primo sfizioso, per questo motivo si sono meritati il primo posto tra i miei preferiti della settimana.


2. Labbra dai colori accesi e vivaci
Arancio, corallo, ciliegia! L'estate è la stagione giusta per rischiare coi rossetti!
In questi giorni non ho la pazienza (e per fortuna nemmeno la necessità) di mettere fondotinta e ombretti, molto meglio un trucco semplice con un bel rossetto vivace.
Tra i miei preferiti di quest'ultimo periodo di sono i Long Lasting Colour Lip Marker di Kiko [link] (io li ho presi nei colori "Rosso Geranio - 102" e "Rosso - 105") abbinati al Glossy Balm [link] per un risultato lucido e idratato.
Per chi non li conoscesse, si tratta di veri e propri pennarelli che rilasciano un prodotto che "macchia" le labbra. Il colore asciuga velocemente, non sbiadisce e non macchia bicchieri/tessuti/possibili spasimanti. Sinceramente non sono facili da applicare quanto un rossetto, ma mi piace la tenuta ed il fatto che il colore non sbava e non appiccica.


3. Creme Estive di BuongiornoFreschezza
Per quanto ami cucinare, in questi giorni di caldo non sempre ho voglia di mettermi ai fornelli. Se vi sentite anche voi così, sono felice di consigliarvi le Creme Estive di BuongiornoFreschezza.
Io le ho ecquistata all'Iper e per ora ho provato Carota, Pomodoro e Zucchina.
Sono buone sia tiepide che fredde, si preparano in 3 minuti, contengono poche calorie e la lista degli ingredienti è priva di additivi e conservanti. 


4. Food Lovers in Viaggio di Lonely Planet [link]
Girando per la Feltrinelli, ho trovato questo libro che è immediatamente entrato a far parte della mia wishlist.
Oltre a contenere utili informazioni e bellissime foto che contraddistinguono i foto-libri della Lonely Planet, ha anche una selezione di ricette tipiche e indirizzi per gli amanti del buon cibo.
Qualcosa mi dice che finirà nella mia libreria prima della fine dell'estate!


Volete sbirciare qualche altro preferito?
Selezionate il label "Preferiti della Settimana" [link]


Anticipazioni per la prossima settimana
Ferragosto è alle porte, l'umidità di Milano è insopportabile perciò io e Marco abbiamo deciso di concederci qualche giorno sul Lago di Garda! (Evviva!)


Per oggi è tutto, buon weekend!

Fiori di zucca al forno in due modi diversi


Questa settimana ho trovato i fiori di zucca nel mio supermercato di fiducia (evviva!!) e quindi li ho portati a casa con me anche se la confezione era più grande di quanto avrei voluto.

Marco adora i fiori di zucca ripieni, quindi li ho preparati la sera stessa ed ho poi usato i fiori avanzati in una frittatina qualche giorno dopo.

Ho pensato di pubblicare le ricette nel caso potessero interessare anche a qualcuno di voi.
Buona lettura e Buon Appetito!


Frittata di fiori di zucca e semi di senape al forno

Ingredienti (per 2 persone)
6/8 fiori di zucca
2 uova
1 cucchiaino di semi di senape
sale, pepe, olio a piacere

In una padella antiaderente, tostare i semi di sesamo con un filo d'olio. Dopo qualche minuto, aggiungere i fiori di zucca tagliati in striscioline e un pizzico di sale (ne basta davvero pochissimo).
Scaldare il forno a 180° e sbattere le uova con una forchetta per qualche minuto ed aggiungere un pizzico di pepe. 
Sistemare i fiori di zucca in una piccola teglia foderata con carta da forno (io uso una teglia quadrata 15x15cm).
Appena prima di infornare, versare le uova sopra i fiori di zucca e cuocere il tutto per 15 minuti.
Tagliare a striscioline e servire con un'insalatina verde. Queste frittatine sono ottime anche fredde in un panino (anche voi avete improvvisamente voglia di fare un pic-nic?!)



Fiori di Zucca ripieni al forno

Ingredienti (per 2 persone)
10/15 fiori di zucca
250g di mozzarella (consiglio di usare le ciliegine di mozzarella, vi evitate qualche passaggio)
6 filetti di acciuga
pepe, erbe aromatiche, olio a piacere

Tagliare la mozzarella in pezzetti grandi quanto una ciliegia (o usare direttamente le ciliegine di mozzarella).
Avvolgere mezzo filetto di acciuga intorno alla mozzarella e infilare delicatamente il tutto dentro i fiori di zucca stando attenti a non rompere i petali.
Scaldare il forno a 180° e stendere i fiori su una teglia coperta da carta da forno. Irrorare con qualche goccia di olio e aggiungere una spolverata leggerissima di pepe e (opzionale) qualche erba aromatica. Io ho aggiunto qualche foglia di santoreggia.
Cuocere per 15 minuti e servire i fiori caldi accompagnati magari da un'insalatina di pomodori e basilico.

Via avanza un pochino di mozzarella? Perchè non vi concedete un piccolo aperitivo con qualche bruschettina con mozzarella, acciuga e basilico?! (foto sotto)

Progettando accessori da viaggio


Lo so, l'estate non è un mese per mettersi a lavorare a macchina... però vi giuro che non ho fatto apposta!

E' andata così: Marco mi ha chiesto (per la quarta volta - ops) di fargli l'orlo a un paio di jeans e, per recuperare la macchina da cucire, mi son trovata per puro caso ad armeggiare con tutti i tessuti che ho accumulato negli ultimi anni e che sono attualmente stipati in un cassettone in salotto.

Giocherellando Rimettendo a posto i vari accessori (zip, nastrini, bottoni e toppe), mi è tornata la voglia di creare qualcosa e così ho scelto un tessuto colorato e versatile (nella foto - tessuto Ikea Annbeth - link ), ho messo da parte qualche bottone e nastrino e mi sono messa a cercare ispirazione online (il tutto mentre avrei dovuto fare l'orlo ai jeans, ovviamente).

Dal fare una piccola ricerca al creare un board di pintrest [link], il passo è stato fin troppo breve.

Alla fine ho deciso di impegnarmi a realizzare almeno 4 accessori da viaggio entro la fine di settembre, probabilmente una trousse, un porta pennelli, un porta passaporto e un astuccio per auricolari.
Ce la faro?! Speriamo di si.

Se avete qualche accessorio da consigliarmi, lasciatemi un commento! Spunti e idee sono sempre benvenuti.

I preferiti della settimana

 

Da oggi ho pensato di cominciare una nuova rubrica che conto di portare avanti per tutti i venerdì di agosto e oltre. Si tratta dei "Preferiti della Settimana", un piccolo angolo del mio blog in cui mi divertirò a parlarvi di 5 oggetti/luoghi/persone/concetti che ho apprezzato durante la settimana.

Cominciamo subito:


1. Taglio di capelli
Niente segna l'inizio di una nuova fase della propria vita come una sforbiciata ai capelli. E' motivazionale, liberatorio e anche catartico!  
Che poi, con questo caldo, ci sono anche dei vantaggi pratici.
E giusto per dare il buon esempio, proprio oggi ho un appuntamento con la mia pettinatrice per un taglio radicale (ho paura solo a scriverlo!).
In attesa di potervi raccontare di più, vi consiglio di fare un giretto su questa bellissima raccolta di tagli corti e sbarazzini [link]... chissà che non troviate anche voi l'ispirazione!


2. 3 Minute Mask di Yves Rocher [link]
Adoro le maschere, sono uno dei pochi trattamenti di bellezza che riesco davvero a portare avanti nel tempo. Tra le mie preferite (specialmente per i periodi più incasinati) ci sono le maschere della linea 3 minuti di Yves Rocher (maschera luminosa al melograno, maschera fresca al limone e maschera reidratante al succo d'uva). Di solito le applico su viso e decolté 2 volte a settimana mentre faccio la doccia (per comodità, mentre lascio in posa il balsamo). Consigliatissime!


3. Style Cure di Apartment Therapy [link]
Dopo il successo del mese di gennaio dedicato all'ordine, Apartment Therapy rilancia una nuova iniziativa: un mese per riarredare/sistemare una camera!
Il programma è iniziato ieri con un questionario per aiutare i partecipanti a identificare stile e obiettivi. Se vi interessa saperne di più o provare a seguire le dritte di AT, siete ancora in tempo!
Io ho già identificato una stanza che avrebbe bisogno di qualche cura in più: il mio salotto/studio/sala da pranzo/laboratorio. Aiuto!


4. Granita all'anguria 
Adoro l'anguria in tutte le sue forme, ma nel mio cuore c'è un posto speciale per la granita.
Se vi dovesse capitare di passare da Milano, vi segnalo due gelaterie da passeggio che meritano una visita:
  • MiSciolgo [link] - via Varchi (quartiere Bovisa) - i gelati sono spettacolari e la granita siciliana è assolutamente da provare!
  • Il Gelato Ecologico [link] via Ravizza 5 (vicino via Marghera) - Un indirizzo per gli amanti dei gusti di vera frutta (quelli che non hanno bisogno di essere seguiti da due bicchieri d'acqua, per intenderci).


5. La lunga notte di Arona [link]
Da stasera e fino a domenica il lungolago di Arona si popola di mercatini e musica dal vivo. A chiudere i festeggiamente ci sarà un bellissimo spettacolo di fuochi d'artificio a cui non vedo l'ora di assistere. Che dire di più?!


Buon weekend a tutti!

Sfida del Mese: Bere di più!


In un ormai perenne tentativo di migliorare me stessa, ho deciso di inaugurare una nuova iniziativa: la sfida del mese.

Se è vero che bastano 21 giorni per formare una nuova abitudine, allora un mese dovrebbe essere più che sufficiente per permettermi di correggere e migliorare qualche aspetto della mia vita... e visto che siamo ad Agosto, perchè non cominciare idratandosi e depurandosi un pochino di più (lo consigliano anche le rubriche estive dei TG!!).

Ecco quindi la sfida di questo mese: bere almeno due litri d'acqua al giorno!
... e visto che mi piace tracciare i progressi, ho pensato anche di preparare un bel calendario da colorare compilare. Ogni pallino corrisponde a un bicchiere di acqua (i miei sono da 250ml).
Sentitevi liberi di scaricarlo e di unirvi alla sfida! [link]

Per i più tecnologici, consiglio invece una simpatica App gratuita (questa è per Android ma ce ne sono altre altrettanto valide in giro): Carbodroid [link]
Purtroppo non traccia quanto si beve nel corso del mese (ma c'è il calendario per quello, no?!), ma vi permette di puntare degli allarmi nel corso della giornata per ricordarvi di bere.

In bocca al lupo!

FAI da TE: Palette magnetica per ombretti (da viaggio)

  
Qualche mese fa mi sono messa a fare ordine nella mia collezione di trucchi e ho deciso di riunire tutti gli ombretti singoli che avevo in un solo posto per salvare spazio e ,soprattutto, per provare a sfruttarli un pochino di più.

Avevo addocchiato già da un pò le famose palette magnetiche Z-Palette [link] ma prima di cedere all'acquisto ho provato a realizzare una versione fai-da-te incollando un foglio magnetico autoadesivo ad una scatola di cartone con coperchio (vedi foto sottostante).


Il risultato mi è piaciuto talmente tanto che ho deciso di realizzare una versione "da viaggio" da portare in vacanza con me insieme alla palette Naked Basics.

Per realizzare la palette da viaggio (foto di apertura al post) ho utilizzato quanto segue:

       - Scatola di plastica
       Io ho usato un asstuccio porta penne in plastica di Muji [link]
       dimensioni: 17x5,1x2 cm - costo: 2,00 euro

       - Foglio magnetico autoadesivo
       (ulteriori dettagli in fondo al post)

Note e consigli:
  • Per risultati ottimali è meglio lavare bene (e lasciar asciugare a dovere) la superficie su cui andrete ad applicare l'adesivo;
  • Il foglio magnetico può essere tranquillamente tagliato con forbici o, per un effetto più preciso, con il taglierino (tra l'altro il retro del foglio è bianco, quindi è possibile disegnare una traccia prima di ritagliare);
  • La chiusura del porta-penne di Muji è piuttosto solida ma, se infilate il contenitore direttamente in borsa (io lo tengo in una trousse), vi consiglio di chiuderlo ulteriormente con un elastico per evitare che possa aprirsi durante il viaggio;
  • Il porta penne può contenere fino a quattro cialde da 36mm (come si può vedere nella foto) ed eventualmente un pennello.


---------- INFO & DETTAGLI ----------

Foglio Magnetico:
Per realizzare entrabe le palette io ho utilizzato un foglio magnetico A4 acquistato online sul sito di Supermagnete [link]
Il costo per un signolo foglio è di 3,90 euro (ordine minimo: 15,00 euro / spese di spedizione: 6,50 euro).
Il mio ordine è stato consegnato nel giro di 6 giorni e mi sono trovata molto bene con questo fornitore (avevo ordinato anche altri prodotti tutti di ottima qualità) ma, visti i vincoli per l'acquisto e le spese di spedizione, non lo ritengo particolarmente conveniente se siete interessati ad acquistare solo un foglio magnetico.

Ombretti Mono di Kiko:
La palette più piccola contiene i seguenti ombretti (da sinistra verso destra): 
  • 139 - Salmone perlato;
  • 135 - Terra d'ombra macroperlato;
  • 124 - Tortora scuro perlato
  • 179 - Nero mat.

Contro il caldo torrido: ghiaccioli fatti in casa!


Questa settimana mi sono lasciata tentare da un piccolo acquisto in libreria: "Slurp!".
Si tratta di uno di quei cofanetti con un piccolo libro di cucina e qualche formina, in questo caso 4 piccoli stampini per ghiaccioli.

Mi ha sempre incuriosito l'idea di fare i ghiaccioli in casa ma, visto che i cassetti del mio congelatore non sono particolarmente profondi, ho sempre evitato l'acquisto. Questi stampini per fortuna sono sufficientemente piccoli (sono da 50 ml l'uno).

Il libricino allegato alla formine offre qualche idea per ghiaccioli e biscotti gelato, ma almeno per ora ho preferito optare per qualche improvvisazione un pochino più semplice.

I ghiaccioli nella foto sono fatti semplicemente mescolando 
  • 125 ml di spremuta d'arancia rossa e
  • 75 ml di acqua
I ghiacchili devono poi restare in congelatore per 6 ore.
Ho preferito non aggiungere zucchero o altri aromi e devo dire che il risultato mi piace molto.

Prossimo esperimento sulla lista: ghiaccioli all'anguria!
Vi terrò aggiornati.

Disinfettare gli ombretti


Di recente ho avuto qualche problema ad un occhio: una forma di congiuntivite virale che a quanto pare è molto diffusa in questo periodo. Per evitare che certi episodi si ripresentino in futuro ho buttato via un mascara ed un eyeliner che avevo utilizzato nel periodo appena precedente all'insorgere del problema. Gli ombretti invece sono tutta un'altra storia.

Non sono solo i professionisti del make-up a trovarsi nella condizione di dover disinfettare i propri ombretti e, tutto sommato, non è una cattiva idea farlo di tanto in tanto anche con i prodotti che usiamo più spesso, quindi eccovi qualche breve istruzione nel caso vi doveste trovare in una situazione simile.

Il procedimento è facile e veloce, basta munirsi di una piccola quantità di alcol sopra i 90° (io ho usato alcol purissimo a 95°, per intenderci, la varietà che si usa per fare il limoncello e che si può trovare tranquillamente nei supermercati) e un nebulizzatore (nel mio caso un contenitori da viaggio di sephore).

E' sufficente spruzzare l'alcol sopra gli ombretti ed aspettare che si asciughino prima di utilizzarli di nuovo. L'alcol evapora velocemente senza lasciare traccia nè rovinare gli ombretti.

Oltre a questo passaggio, ovviamente, farò un lavaggio profondo ai pennelli, ma di questo magari vi parlerò in un altro post.

Per oggi e tutto, a presto...

Passato, Presente... Futuro?!


Sono in pochi a sapere che ho passato gli ultimi sei mesi a studiare. E' una cosa di cui non ho parlato sul blog e che ho evitato di menzionare anche a molte persone che conosco nel mondo reale.

Perche?! Forse perchè ero incerta o perchè non volevo sentirmi fare certe domande o forse perchè mi rendo conto che lasciare un lavoro sicuro per rimettersi a studiare in un periodo di Crisi è una scelta criticabile e non amo critiche, allarmismi e consigli non richiesti.

Comunque adesso il grosso è fatto. Ho consegnato l'ultima parte di materiale e sono in attesa di ricevere la mia valutazione ed il certificato che mi permetterà di insegnare Inglese a tutti gli effetti.
In questi mesi ho cercato di concentrarmi sullo studio e ora che sento di aver finito mi trovo ad affrontare una nuova serie di domande: "e adesso?", "come vuoi procedere?"...

Le idee ci sono, si tratta solo di rimboccarsi le maniche e metterle in pratica. Incrociate le dita per me.
E' tutto per oggi, a presto...

Organizzazione dei pasti e altri obiettivi raggiungibili (forse)...


Vi scrivo dopo aver appena finito di "assaporare" la crema di carote nella foto, un processo che mi ha impegnato per circa sei minuti netti (un nuovo record!), ma questo non è l'unico motivo che mi ha spinto a scegliere questa immagine.

Come ogni anno, in questo periodo sto facendo un punto della situazione e sto cercando di apportare delle migliorie alle mie abitudini e al mio stile di vita.
Come ogni anno, uno dei miei obiettivi principali è quello di mangiare meglio (non ve l'aspettavate, vero?!).

Quest'anno però ho pensato di provare qualcosa che mi ha sempre segretamente incuriosito ma che non ho mai avuto il coraggio (o meglio, la costanza) di provare prima: la programmazione dei pasti.
La scorsa settimana, prima di andare a fare la spesa, armata di una biro e di un'agenda promozionale, mi sono messa a decidere cos'avrei preparato per pranzo e cena da lì alla prossima spesa.
 
Il risultato è stato piuttosto stupefacente.
Non solo ho comprato molto meno del solito, ma sono anche riuscita a mangiare in maniera un pochino più sana. 
Anche se è presto per formulare un giudizio obiettivo, ho pensato di condividere questa novità con voi nella speranza di avere un motivo in più per perseverare e magari anche per avere qualche consiglio o spunto utile da parte vostra.

Al momento le mie sfide principali sono:
  1. mangiare un pochino più di frutta;
  2. non rimandare all'ultimo minuto la preparazione della cena finendo per scegliere qualcosa di veloce/pronto/non proprio sanissimo;
  3. sprecare il meno possibile.
So che potrebbero sembrare delle considerazioni scontate, ma la fretta, la stanchezza e la pigrizia a volte mi impediscono di fare le cose come vorrei. Succede anche a voi?

Vorrei provare questo sistema almeno per tutto il mese di gennaio, quindi penso che me ne sentirete parlare ancora. Dita incrociate.

E voi, come organizzate la vostra spesa e i vostri pasti?
Tenete tutto a mente, siete ultra-organizzati o "come viene, viene"?

Buon appetito e a presto.

Ripulire il nuovo anno...?!


Lo confesso, non sono mai stata particolarmente ordinata. Ad essere sinceri, fin troppo spesso la pulizia di casa per me si riduce ad una lotta per restare a galla in stile Far West con tanto di gomitoli di polvere che rotolano da una stanza all'altra... ok, sto esagerando, ma vi siete fatti un'idea.

Quest'anno però vorrei davvero migliorare e, complici le risoluzioni per il nuovo anno, mi sono lasciata convincere a prendere parte alla "January Cure" di Apartment Therapy.
Si tratta di un progetto collettivo della durata di un mese (termina il primo di febbraio) che promette di aiutari
e a cominciare il nuovo anno con una casa più ordinata e pulita.


Ogni giorno feriale vengono pubblicati sul sito alcuni compiti/obiettivi con le relative spiegazioni da leggere, svolgere o commentare.

Funzionerà?! Staremo a vedere.
Vi sembra un'idea carina? Perchè non prendete parte anche voi in differita?!
Se invece i vostri pavimenti brillano e non avete bisogno di questo tipo di iniziative, siate gentili e condividete i segreti del vostro successo con noi comuni mortali.

Per oggi è tutto, a presto e buon anno.

Post più popolari